ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


giovedì 9 giugno 2016

Il Diario 24



“5:30 A.M. – Questa estate è stata la piu brutta nei miei brevi 14 anni di vita. Iniziò tutto con una telefonata, mia madre pianse implorando per più tempo, come se stesse respirando il suo ultimo respiro. Mi abbracciò più forte che poteva, chiedendomi scusa, le sue lacrime colpirono la mia maglietta come pallottole. Eravamo stati sfrattati. Realizzai che non avevo più una casa, avrei dovuto chiedere qualcosa di meno costoso per natale. La mattina dello sfratto lo scheriffo venne a fare il suo lavoro, fissai il cielo sperando che qualcosa accadesse. Perché sarei dovuto andare a scuola se non avevo nemmeno una casa a cui ritornare? Il pullman si fermò di fronte la scuola, mi venne da vomitare, indossavo vestiti dell’anno scorso, un paio di scarpe vecchie e un orribile taglio di capelli. Pensai che i miei compagni di classe mi avrebbero preso in giro invece mi ritrovai circondato dai loro sorrisi. Mrs Gruwell la mia insegnate di inglese era l’unica persona che mi dava speranza. Ricevetti il mio orario scolastico e la pima insegnate che avevo era Mrs Gruwell, entrai nella sua classe, la 203, e improvvisamente tutti i problemi della vita non contarono più, ero a casa”.


Queste le parole di uno studente della Woodrow Wilison High School in Long Beach (CA) scritte nel suo diario, il diario numero 24. La Woodrow Wilson High School era conosciuta a motivo dei suoi studenti provenienti dal cosi chiamato “Ghetto” della città. Mrs Erin Gruwell, una semplice insegnate d’inglese, divenne un esempio per un gruppo di ragazzi provenienti da famiglie disagiate, conosciuti ora con il nome di “The Freedom Writers”. Nel 1994 in Long Beach in California era piu semplice essere assasinato da una gang a 15 anni che finire la scuola superiore a 18. Mrs Gruwell fu capace di accendere una luce nei cuori e nelle vite di questi adolescenti. Mostrando loro che ci sono diverse opzioni nella vita, insegnando che il tuo passato non deve per forza definire il tuo futuro, Gruwell riuscì a tirare i ragazzi fuori dalla violenza, dalle droghe e dall’alcool, dandogli loro la speranza di credere in qualcosa di migliore, riuscì a trasmettere il messaggio cristiano piu importante di sempre ovvero quello del cambiamento. Un cambiamento che inizia nella nostro modo di pensare. La scelta di scegliere di focalizzarci sulle benedizioni che Dio ci ha donato invece di focalizzarci sui costanti problemi che si presentano alla nostra porta. Cristo è venuto per darci vita e vita in abbondanza. Indossiamo il diritto alla felicità che, pagato a caro prezzo, ci fu donato sulla croce. Lasciamo splendere quella luce dentro di noi cosi palesmente da illuminare anche gli altri.

Pierpaolo Frezza


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina