ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


domenica 11 ottobre 2015

SL Editoriale



Era una fredda domenica di gennaio, mi trovavo a Londra con mia moglie e, come di consueto, la sera abbiamo fatto visita alla Hillsong Church in centro città. Nel sermone di uno dei cinque servizi domenicali,
Gary Clarke, Lead Pastor della chiesa (http://hillsong.com/contributor/gary-cathy-clarke/), mostrò un video.
Si trattava della prima parte di una pubblicità commerciale della GUINNESS (https://www.youtube.com/watch?v=0Vxjh6KJi8E), nota azienda irlandese di beverage, famosa per il suo approccio friendly alla vita. Questo termina con uno slogan: “DEDIZIONE, LEALTÁ, AMICIZIA. Le scelte che compiamo, rivelano la vera natura del nostro carattere”.

Quante volte abbiamo abbiamo posto mente al vero significato di queste tre parole? Si, tre semplici parole da noi più volte menzionate. Nei rapporti familiari, di amicizia, al bar mentre si chiacchiera prendendo un caffè, con i nostri colleghi di lavoro.
Dopo quel video nella mia testa si accese una lampadina. Pensai alla mia vita, a come il mio comportamento e modo di pensare influenzavano il mio microambiente di riferimento. Ripensai alle miriadi di volte in cui avevo sentito dire: “Noi dobbiamo tendere ad assomigliare a Gesù, comportarci come Lui, ecc. ...” ... Anche tu, chissà quante volte hai sentito questa frase… Ma, hai mai posto davvero mente a questa cosa? 
Gesù, la persona più social che abbia mai conosciuto. Ha speso più del 90% della Sua vita tra le persone, di tutte le specie, senza alcuna discriminazione. La Bibbia è forbita di episodi in cui Gesù si è intrattenuto a parlare con i più emarginati della società, quelli che nessuno si augurerebbe di avere come vicini di casa. Eppure, il Suo sacrificio, è servito a lavare anche i loro peccati, non solo i miei od i tuoi. Facendo riferimento al video, e non aggiungo altro per non rovinarvi la sorpresa, Gesù avrebbe certamente preso la carrozzella più vecchia di tutte e si sarebbe battuto con gli altri per fare canestro… pur di vedere il suo amico paralitico sorridere. La Sua vita è stata un esempio di DEDIZIONE, LEALTÁ … AMICIZIA.
In questo numero vivrete le esperienze e le impressioni di tanti giovani che hanno detto la loro su diverse questioni, ma voglio lasciarvi con questo verso che si trova in Giovanni 15:15 che recita:
“Io non vi chiamo più servi … ma vi ho chiamato amici”
Pensaci, non è difficile, basta poco.

Benvenuto, Dio ti benedica.


Ivan D'Alessandro


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina