ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


lunedì 16 dicembre 2013

Editoriale


Mi trovavo in ufficio a lavorare ad una relazione, quando all’improvviso Luigi mentre sedeva alla scrivania di fronte mi dice: "Hai visto Andrea quanto è diventato importante in azienda, mi piacerebbe avere il suo potere!"
Tutto mi sarei immaginato, tranne di iniziare ad analizzare l’argomento in maniera approfondita, ma la cosa bella della Parola di Dio è che inizia a parlarti senza chiedere il permesso, senza stare a riflettere se il momento sia opportuno o meno, perché per certe cose è sempre il momento giusto. Allora lascio per un attimo le mie faccende e chiedo a Luigi di prendere dal cassetto la Bibbia che gli ho regalato per aprirla e leggere insieme un episodio interessante…
La storia è quella di un uomo ambizioso, assetato di successo, il suo traguardo era il potere, e ci arrivò nel migliore dei modi possibili, considerando i tempi, diventando Governatore romano della Giudea. Pilato. Immagino la scena: "Ormai è fatta, sono nel giro dei potenti!" Si sentono quasi ancora riecheggiare le sue parole mentre, chissà, si guarda allo specchio con autocelebrazione, avendo l’aria di chi pensa che fosse ormai giunto il momento di godersi la vita, con le più rosee aspettative di un uomo di successo.
Eppure tutto il potere che desiderava, gli si ritorce contro in un attimo. Inconsapevolmente viene a ritrovarsi in un istante al centro del mondo e al centro del tempo, di fronte all’uomo che cambierà per sempre la storia dell’intera umanità, in poco tempo si rende conto che tutto il suo potere si dissolve alla sola presenza di Colui che gli sta davanti.
Pilato gli disse: «Non mi parli? Non sai che ho il potere di liberarti e il potere di crocifiggerti?». Gesù non rispose alla sua domanda, perché aveva qualcosa di davvero importante da portare a termine, stava mostrando agli uomini che c’è qualcosa di più grande del potere … la Potenza!
Effettivamente ci sono alcuni aspetti davvero paradossali nell’ insegnamento di Gesù che ci illustrano il valore concreto della vita, alcune verità razionalmente illogiche come: “se il granello di frumento caduto in terra non muore, rimane solo; ma se muore, produce molto frutto” oppure: “chiunque si innalzerà sarà abbassato e chiunque si abbasserà sarà innalzato” o ancora: “chi ama la sua vita, la perde, e chi odia la sua vita in questo mondo, la conserverà in vita eterna”. E anche stavolta il mio Gesù non si smentisce, mostra all’intera umanità cos’è la Potenza semplicemente rimanendo in silenzio lungo la strada che lo conduce al sacrificio supremo, “come la pecora muta davanti a chi la tosa, egli non aprì la bocca”, e la cosa straordinaria, è che nel percorrere quella strada io sono stato il suo obiettivo principale, e lo sei stato anche tu.
Dal giorno che anche io come quell’uomo mi sono trovato di fronte a questa Potenza, nel senso più fisico del termine, da quando ho letteralmente “assaporato” questo amore nella mia vita, ho deciso di tenermi unito a Lui ed iniziare a mettere da parte il mio ego per cercare la sua Potenza “facendo prigioniero ogni pensiero fino a renderlo ubbidiente a Cristo”, non credo ci sia stata scelta più felice nella mia esistenza, e la voglio rinnovare ogni giorno che mi resta da vivere fin quando non realizzerò il più grande desiderio della mia vita, vederlo faccia a faccia e potergli sussurrare “ è vero sono stato debole, ma ho fatto come hai fatto tu”.
Adesso la scelta di avvalerti di questa Potenza è solo nelle tue mani, a questa puoi accedere semplicemente attraverso il sacrificio di Cristo, perché egli stesso ne è l’essenza, per questo motivo “predichiamo Cristo, Potenza di Dio”.
La domanda che ti lascio è la stessa che ho proposto a Luigi: allora, tu cosa desideri, il potere o la Potenza?

Carmine Principe

Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina