ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


venerdì 11 maggio 2012

L'aereo di Cristo





“…..poi noi viventi,
che saremo rimasti,
verremo rapiti insieme con loro,
sulle nuvole a incontrare
il Signore nell’aria,
e così saremo sempre
con il Signore”
(1 Tessalonicesi 4:17)

Se facciamo una veloce analisi delle persone che conosciamo, vicini, parenti, amici e colleghi, ci accorgiamo che molte di loro hanno problemi ed ansie che spesso provocano loro tristezza e depressione. Viviamo in una società, in cui la debolezza di un cuore, l’esternazione dei propri sentimenti vengono considerati ormai come un qualcosa che non appartiene più all’uomo ma solo ed esclusivamente ai bambini.
Da tempo immemore l’uomo si “maschera”, cioè cela la sua vera identità, mostrando a seconda delle circostanze, un comportamento sempre diverso, un atteggiamento spesso condizionato dal contesto sociale in cui vive. Tale modo di fare viene definito comunemente con il termine “ipocrita”. Difatti nell’antica Grecia “ipocrita” era l’attore, cioè colui che recitava una parte diversa da quella svolta nella vita e, per meglio rappresentarla, si serviva appunto di una maschera.
Mentre l’attore finge per mestiere, c’è chi sceglie di vivere la propria esistenza simulando perennemente. Il cristiano non può vivere una doppia vita perché Dio non si lascia appagare dalle apparenze, Egli legge nelle profondità del nostro cuore. Colui che è nato di nuovo non si armonizza con il mondo circostante, ma è sincero, genuino ed onesto, “dice le cose come sono”, ha il coraggio di esprimere la sua opinione, anche quando non incontra il favore di coloro che l’ascoltano. La vera conversione è un cambiamento totale di stile di vita, di obiettivi, di modi di parlare, di agire di comportarsi. Bisogna entrar a far parte dell’“Aereo di Cristo”, la Chiesa, un aereo appartenente alla compagnia Eternity, governata e amministrata dal Padre, Gesù e lo Spirito Santo. È una compagnia nata circa 2000 anni fa grazie al sacrificio di Cristo Gesù, che morendo sulla croce per i miei e i tuoi peccati, ci ha donato il biglietto per entrare nel Suo Aereo, ovvero la salvezza delle anime nostre. Le porte di questo aereo sono sempre aperte per “chiunque” accetta Gesù come Suo personale Salvatore. La Chiesa di Cristo vive in questo mond, ma non appartiene ad esso perché appartiene a Cristo Gesù. Il comandante di questo Aereo, Gesù, si trova ancora nella Torre di Controllo situata nel cielo, coordinando gli ultimi lavori per la partenza con destinazione: Eternità. Affrettati a ricevere il “biglietto della Grazia” prima che le porte dell’Aereo si chiudono e una volta chiuse, Gesù, il Comandante, si siederà nella cabina di comando,e porterà la Sua Sposa in cielo a godere l’Eternità con Lui.

Alessandro Masullo


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina