ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


sabato 19 novembre 2011

Lettera per un amico



Caro amico,
desideravo lasciarti qualche riga che esprimesse alcune mie personali riflessioni e allo stesso tempo trasferisse la curiosità del domandarsi ... Perché?
Spesso ho intravisto nel tuo sguardo malinconia, solitudine, sconcerto, bisogno di un radicale e repentino cambiamento; ho spesso ascoltato ed udito parole dal suono pesante, cadente, roboante di un contingente anomalo, preoccupante, in altri termini spesso mi sono imbattuto in una persona smarrita.
C’è da chiedersi “Perché?”

Pensavo al titolo di una nota trasmissione televisiva domenicale Il senso della vita e mi domandavo: quale sarà mai il tuo senso della vita?
Tu sai dell’esperienza della quale ho qualche volta parlato, l’esperienza più gratificante ed importante della mia esistenza: l’esperienza con la Persona più degna e meravigliosa del mondo, Gesù il Salvatore che ha cambiato la mia vita. Ha dato il senso alla mia vita; il giusto significato del vivere!!
C’è da chiedersi “Perché?”
Gesù un giorno, grazie alla potenza dell’Evangelo, si è presentato al mio triste e solitario cuore. Mi ha affettuosamente parlato, mi ha chiesto, mi ha indicato, mi ha prospettato, mi ha amato, ma soprattutto mi ha potentemente liberato da quello che era e rappresentava il peso più incombente della mia esistenza: il peso del mio personalissimo peccato. Quando parlo di peccato non intendo vita spericolata ai limiti della decenza e liceità no, semplicemente l’assenza della Sua presenza. Ha spontaneamente convertito (fare dietro front) i miei passi donandomi la gioia della VITA, la serenità di affrontare un percorso ed un cammino con la consapevolezza di non essere solo.
Beh è questo il mio senso della vita sapere che, quantunque le difficoltà, le gravità, le ansie di una vita quotidiana spesso infame, non si è mai soli!!
Un appoggio, un aiuto, una voce amica, uno sguardo amorevole, una mano soccorritrice...
C’è da chiedersi “Perché?”
Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha donato il suo unico Figliuolo affinché chiunque crede in lui non perisca (si smarrisca e si perda) ma abbia (trovi) la vita eterna.    
Il mio senso della vita è riporre speranza non illusoria, in un domani eterno alla presenza del mio Dio. Il mio senso della vita è poter dire ad un amico, forse solo e in difficoltà, che: Gesù ti ama e ti vuole incontrare!! Occorrono una cameretta, due occhi chiusi, un capo chino, un cuore bisognoso ed una voce sottile, sommessa che esprima tutto il desiderio che c’è di cambiamento e di felicità!!
L’intimo del tuo cuore lo conosce solo Gesù. Se c’è paura, solitudine, vergogna, rimorso, peccato, male e quindi desolazione, frustrazione e delusione più che degli altri di te stesso, Gesù è la soluzione ad ogni dramma personale, esistenziale, familiare. Gesù colui che mai ti chiederà  “Perché?” ma sempre ti risponderà “non importa io ti amo così come sei, vieni a me ed io trasformerò la tua preziosissima vita!!
Questa lettera. C’è da chiedersi perché?
Io ti rispondo in dono lo avete ricevuto ed in dono offritelo. Questo è un dono che affettuosamente ho con te condiviso, è una opportunità d’amore che Dio stesso ti sta offrendo, è una mano protesa verso la tua causa e la tua esistenza.
Ricorda, dovunque andrai nord-sud-est-ovest c’è per te un Dio sempre disposto ad ascoltarti, sempre disposto ad incontrarti, sempre disposto a perdonarti, sempre disposto a rialzarti.
La mia spassionata speranza è che queste semplici parole ti accompagnino come una gemma preziosa riposta in un scrigno accompagna il suo possessore. Dovunque poter aprire ed osservare che quella gemma brillante, luminosa ed  attraente ha per nome Gesù!!
Con affetto ti rivolgo un grande Dio ti benedica!!                 
                                                                                                                        Rosato Gennaro


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina