ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


sabato 19 novembre 2011

La ricetta dell'amore



“Dio dacci una mente pura per conoscerti, un cuore puro per amarti, mani pure per fare ciò che Tu vuoi”.
Tutte le donne sognano di trovare il “partner perfetto”, un uomo speciale che le rispetti e le sappia amare. Come anche gli uomini sperano di trovare una donna che li faccia sentire importanti senza badare alla posizione sociale, alla ricchezza o alla notorietà.
Gli stessi principi valgono anche per i Jonas Brothers.
Probabilmente a molti non piace la loro musica, ma il successo mediatico che hanno raggiunto negli ultimi anni è innegabile! Parliamo di tre fratelli, Kevin, Joe e Nick Jonas, la cui età è compresa tra i 23 e i 17 anni e, nonostante la loro giovane età, hanno realizzato parte dei loro sogni.

C’è qualcosa di “diverso” dietro il loro successo, scopriamolo insieme! Nick il più giovane dei fratelli ha 12 anni la Columbia Records gli offrì la possibilità di registrare musica cristiana. Con lui parteciparono anche i fratelli maggiori e la casa discografica apprezzò il sound tanto da decidere di chiamarli i Jonas Brothers.  Anche se non fanno solo musica cristiana, gli stessi valori cristiani che hanno ricevuto dai loro genitori influenzano, comunque, la loro musica, i loro testi, video e cosa più importante: la loro vita.
Nick disse alla stampa: “Noi siamo Cristiani in una banda pop-rock, la nostra fede è molto importante! È presente in tutto ciò che facciamo”.
Come tutti i giovani, anche loro sperano di trovare la “persona giusta” con cui passare il resto della vita e, nonostante siano ragazzi ricchi e famosi, credono che la castità sia uno dei valori più importanti davanti a Dio.
Non molto tempo fa, in un’intervista dichiararono di portare “l’anello della purezza” (chiamato anche l’anello della promessa), che simboleggia l’impegno di vivere una vita casta fino al matrimonio. I giornali polemizzarono sulla storia degli anelli, cercando di screditare i tre fratelli, sostenendo l’impossibilità di essere un teenager mentalmente in grado di fare una promessa che ti asteneva da rapporti sessuali prima del matrimonio.
Sembrava che la stampa ed il mondo intero, non poteva credere che ragazzi famosi, benestanti e di bell’aspetto erano in grado di sopravvivere alla loro carriera mantenendo la loro “purezza”.
A tali critiche, i Jonas Brothers, dichiararono che per loro l’anello della purezza, è un ricordo costante di una vita fatta di valori e di rispetto reciproco con il proprio partner. In un’intervista così si espressero: “Il miglior modo per mantenere un impegno con Dio e con il futuro compagno della tua vita, è di frequentare persone che condividono gli stessi tuoi valori e con chi come te vuole vivere una vita di fede in Dio. Nonostante i soldi, la fama, il bell’aspetto, il regalo più grande che si possa fare al compagno della tua vita, è il completo dono di se stessi”.
Non so se le modalità di espressioni di questi tre fratelli nel dichiarare i propri valori siano giuste o sbagliate … ma, comunque sia, abbiamo di fronte tre ragazzi che hanno avuto il coraggio di fare delle dichiarazioni così forti in un mondo che considera i rapporti prematrimoniali una mission impossibile.  Ci sono tanti ragazzi che hanno raggiunto questa mission e crediamo che se I Jonas confideranno in Dio ciò si realizzerà anche per loro.
Il cristiano è chiamato, ogni giorno a fare una scelta di purezza in un mondo di peccato. Sicuramente, basandoci sulle proprie forze si rischia di cadere, offendendo Dio, ma con Gesù questa mission diventa possibile, perché nel cuore si ha la consapevolezza di volerlo onorare con tutte le nostre forze, non “svendendo” il nostro corpo che è il tempio dello Spirito Santo. Sicuramente scegliere l’uomo della tua vita nel periodo dell’adolescenza è un rischio, perché con il tempo cresce anche la passione reciproca. Perciò Dio ci invita a fare ogni cosa a Suo tempo, non per impedirci di vivere la vita, ma per evitare sofferenze inutili. Potrebbe sembrare un discorso antiquato, ma il cristiano sceglie il proprio partner con l’intenzione di portarlo all’altare. Oggi il matrimonio, in un rapporto, è quasi considerato un optional. Ma per Dio è l’inizio di due vite che si fondono in una fatta di amore e rispetto.
Dio è amore, Dio è relazione, Dio vive in relazione dell’amore! Lui è PADRE, FIGLIO e SPIRITO SANTO. Egli vive in relazione dell’amore con le Sue creature. Ci ha creati per amarLo e per amare gli altri. Uno dei modi più speciali per amare come ama Dio, è l’amore tra un uomo ed una donna. Nell’amore matrimoniale la coppia dedica la propria vita totalmente ed esclusivamente l’una per l’altra. È chiamata ad essere espressione dell’amore di Dio dimostrando che questo tipo d’amore non consiste solo in una relazione fisica, ma si basa su un’amicizia, sulla gentilezza, sulla pazienza, sul rispetto reciproco e di Dio. Quando, invece, un mero rapporto fisico prende il sopravvento su questi valori, l’amore non dura e tutto finisce in cuori spezzati.
Che Dio aiuti noi ad onorarLo anche in questo e protegga i Jonas Brothers

Martina Morra

1 commento:

  1. Purezza come questa?

    http://www.youtube.com/watch?v=s0ujF8D6-5k

    RispondiElimina

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina