ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


sabato 19 novembre 2011

Impossibile? Non per Dio!



Se consideriamo i traguardi che ogni giorno l’uomo raggiunge ci risulta difficile o addirittura impossibile pensare che ci sia qualcosa che l’uomo non possa o potrà fare.
Se pensiamo ai nostri trisnonni, vissuti in epoche lontane dalla nostra, in cui quello che oggi è stato reso possibile, grazie all’evoluzione tecnologica, allora non lo era, si ha quasi la certezza che per l’uomo moderno nulla è impossibile.

Ricordate il famoso Telegrafo Elettrico Morse? Nato nel 1844, fu una scoperta straordinaria per il mondo scientifico allora conosciuto. Ma la tecnologia si è evoluta senza fermarsi e quello che nel 1844 era considerato impossibile, come parlare da un capo all’altro di una città senza usare un linguaggio decifrato ascoltando la viva voce, è stato reso possibile con l’invenzione del telefono nel 1871. La prima telefonata transatlantica si ebbe nel 1927. Intanto stava per essere concepita la possibilità di comunicare, da un capo all’altro del mondo, con apparecchi non vincolati a un filo, ma mobili. Stava per nascere quella che oggi è chiamata la fonia mobile. Guglielmo Marconi nell’ottobre del 1907 inaugurò il primo regolare servizio pubblico di radiotelegrafia attraverso l’Oceano Atlantico, dando la possibilità alle navi transatlantiche di lanciare l’SOS senza fili.  Il 10 dicembre 1909, a Stoccolma Guglielmo Marconi ricevette il premio Nobel per la fisica, condiviso con il fisico tedesco Carl Ferdinand Braun. La motivazione della Reale Accademia delle Scienze di Svezia recitò: “... a riconoscimento del contributo dato allo sviluppo della telegrafia senza fili”.
Ma le telecomunicazioni non si sono fermate agli apparecchi mobili. Infatti, se era impossibile ai tempi di Marconi pensare che in una telefonata si potesse, oltre ad ascoltare la voce anche vedere la persona che ti chiamava, oggi non lo è più. Tutti in casa hanno un PC con una web-cam che permette di vedere e parlare con una persona da un capo all’altro del mondo.
E se pensiamo ai viaggi nello spazio? Chi avrebbe mai immaginato che l’uomo fosse riuscito ad andare sulla luna … eppure è stato reso possibile. L’uomo, più passa il tempo e più riesce a rendere possibili cose che fino a poco tempo prima non lo erano.
Qualcuno con un “grande cervello” scrisse: “L’uomo più è lontano da Dio e più crede di poter fare tutto”. Certo, se pensiamo agli ultimi eventi della cronaca, come violenza su minori, figli che uccidono genitori … se pensiamo che per pochi euro si possa uccidere una persona ... maestre che usano violenza su piccole creature … ragazzine uccise per nulla … anziani abbandonati da figli senza amore e viceversa … vicende che fino a un decennio fa ci lasciavano senza parole, che scuotevano la coscienza della società tanto da farla ribellare al sistema! Oggi, invece, tutto ci lascia quasi indifferenti. La frequenza di tali atti è diventata come un dolce sonnifero per la coscienza della società. Ci si è fatto il callo! Questo perché l’uomo senza Dio si crede onnipotente. Crede di essere il padrone della sua vita e di quella degli altri.
Eppure l’uomo con tutta la sua intelligenza, con tutta la sua violenza, con tutto il suo conoscere, non potrà mai dare alla sua vita una piena soddisfazione, perché quello che appaga il cuore è qualcosa che l’uomo non può creare. L’uomo non può dare alla sua vita la pace, la gioia … non può donare alla sua vita la serenità, la tranquillità, la guarigione fisica … non può dare alla sua esistenza una vita dopo la morte. Una vita eterna che non finisce mai. Potrebbe tentare di far ciò all’infinito ma sarebbe una missione impossibile!
C’è qualcuno, però, che questa missione l’ha resa possibile fin dalla fondazione del mondo.
Infatti, prima che l’uomo peccasse, Dio ha provveduto per noi la salvezza. L’Amore grande di Dio ha dato all’uomo una via d’uscita. Poteva essere una missione impossibile, ma per Lui non lo è stata: Lui è pronto a rendere possibile l’impossibile. Se sei alla ricerca di qualcosa che appaghi la tua vita, Dio ha la soluzione. Se non ti senti libero, Dio può liberarti. Se cerchi salvezza per la tua anima, Dio ha provveduto salvezza per ognuno che crede. Se vuoi una vita con Lui dopo la morte, Egli può dartela. Tutto questo è stato reso possibile grazie a Gesù, il cui nome tutti pronunciano, ma la cui persona pochi conoscono veramente. Eppure conoscerlo, non è impossibile!
Chi scrive era come tanti bimbi che non sono nati in una famiglia di fede evangelica. Mia zia mi portò alla scuola domenicale. Avevo nove anni. Mio padre era una persona buona, un padre... però non conosceva Gesù ed io sapevo che se Gesù fosse ritornato, lui non sarebbe venuto con me.
Alcuni di voi forse si trovano nella stessa condizione di mio padre. Voglio permettermi di dirvi che l’uomo senza Dio, con le proprie forze, non potrà mai dare alla propria anima salvezza.
Soltanto Cristo assicura questa possibilità.
Quando l’uomo decide finalmente di abbandonare fiduciosamente la propria vita nelle mani del Redentore, allora ha risolto il problema più grande della Sua vita.
Dai fiducia a Gesù … credigli.
Quando nella Bibbia leggi che, grazie al suo sacrificio siamo purificati  da ogni peccato e se lo accettiamo, saremo figli di Dio, credici perché è la verità!
Se nella sua Parola leggi che Lui ritorna dal cielo e che ogni Suo figlio sarà rapito, credigli perché è vero, Lui lo farà!
Vuoi che l’impossibile sia reso possibile anche per te?
Credi in Gesù e sarai salvato.
A te la scelta.

Felicia Passarelli


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina