ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


sabato 19 novembre 2011

Editoriale



Mission impossible?
È il titolo del terzo numero del nostro magazine.
Mi fa pensare alla famosa serie di film con Tom Cruise che, legato ad un filo di acciaio, sospeso nel vuoto, si cala dal cielo per realizzare la sua mission… che, usando una maschera, fingeva di essere un altro, mutando addirittura la sua voce e rendendola uguale alla persona rappresentata dalla maschera stessa. Un inseguirsi di effetti speciali, boati, flash, velocità, situazioni fantastiche che la bravura dei tecnici rendono reali.

Ma la vita si sussegue sempre in modo così perfetto?
Anche se il nostro caro Benigni con “La vita è bella” ha dato un messaggio di fiducia e vinto diversi Oscar,  la vita non è sempre così!
Il filo a cui siamo legati non è d’acciaio anzi a volte sembra spezzarsi in un istante. La maschera forse la si usa ogni giorno per nascondere le preoccupazioni e le delusioni che questa vita ci riserva e più la si usa più diventa difficile togliercela. Fast and Furious lo diventiamo per  arrivare alla promozione o per portare “il pane” a casa. Forse l’unica mission impossible facile da conseguire è quella di andare al cinema e vedere quella che deve realizzare Tom. Ma ciò non basta. La vita è nostra e, vuoi o non vuoi, è proprio la “mission impossible” che dobbiamo realizzare.
Viverla in modo dignitoso, viverla con una riserva di forze che ci permetta di affrontare gli ostacoli, viverla con qualcuno al nostro fianco perché da soli non si va da nessuna parte, viverla con coerenza, viverla con l’Amore dentro, viverla… insomma. Ma una forza così grande, un amico così amico, una coerenza così puntuale, un Amore così Amore dove si trovano?

Daniele nella cover story ci parla di uomini e donne in una fornace ardente con possibilità di uscirne imbattuti… di una importante promessa scritta da qualche parte che ti da coraggio nella tua “fornace”…, di uomini “a prova di fuoco”. Potente messaggio.
Nunzia, in SL life story ci parla dell’amico che la sta accompagnando nella sua “mission”. Un amico inseparabile con cui parla, si confida… ma che non vede.
Dario in SL comics, una nuova rubrica, sente dal cuore che la sua “mission” è disegnare fumetti per questo amico. E si è conquistato il centro del magazine, anzi se a te può far piacere una parte della parete della tua camera.
Edy porta con se quest’amico allo stadio, che dico! In campo! Circondato da 70000 persone. Raffaele Auriemma ci svela che Edy, quando gonfia la rete con il pallone prende forza per correre e non stancarsi sempre da questo amico.
Invece Alessandro si sente onorato di servire questo amico scrivendo libri.
Puoi distrarti per un minuto, non pensarci per un’ora, illuderti di poter riempire tutta la tua vita di altro, ma questo non basterà ad evitarti la mission. E’ la tua mission e la devi compiere.
Ognuno ha la propria mission da raggiungere. Anche io, anche tu.
Perfino la preparazione di questo numero è stata una mission prolungata perché gli articoli che abbiamo ricevuto in redazione sono stati veramente tanti e questo ci costringerà ad uscire con un numero a 32 pagine. Siamo onorati di ciò e speriamo che questo possa far piacere anche a voi lettori. Quindi è il caso di dire, restando in tema, “scusate il ritardo”.

Adesso, senza pregiudizi, con la mente ed un cuore disposto ho voglia di capire che possibilità ho e perciò, in mezzo al correre della mia mission, leggerò cosa hanno da dirmi e consigliarmi i miei amici su quest’altro numero di SL.
Fai lo stesso tu!

Lucio D'Alessandro


Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina