ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


lunedì 3 gennaio 2011

Un tuffo nel passato



Siamo grati al Signore per l’aiuto e la guida fornitaci tutto il tempo trascorso in terra Canadese, in cui abbiamo trovato, insieme al F.llo Elio Marrocco e la comunità da lui curata, un’atmosfera veramente “amichevole e fraterna”! Dio ha guidato per lo Spirito Santo tutto lo staff della New Life Christian Church dall’inizio alla fine!

Nel confortevole albergo, il “Monte Carlo Inn Vaughan Hotel”, nei pullman che ogni giorno accompagnavano il Coro nelle varie chiese e nella stessa NLCC, durante le  due bellissime visite culturali della città di Toronto e delle famose Niagara falls, abbiamo goduto di una piacevole comunione fraterna che annullava la distanza e le frontiere che gli uomini hanno creato…  Ai nostri fratelli del Canada sentiamo di dire dal cuore: GRAZIE DI TUTTO!
È stata un’esperienza indimenticabile! Tutti siamo compatti nel ringraziare il Signore, che è andato oltre ogni aspettativa! Desideravamo essere di benedizione e il Signore ha fatto si che lo fossimo, sia nelle comunità visitate, che in posti particolari ed unici, come “Villa Colombo”, una casa di cura per anziani la cui direttrice, nella lettera di ringraziamento per la gradita visita, ha affermato: “Gli anziani non speravano di poter tornare in Italia, ma voi avete portato loro un armonia celestiale dall’Italia”. Un ringraziamento va al F.llo Madonia, iniziatore di quest’opera, “Villa Colombo”, per il sostegno in questo incontro e la stupenda assistenza in tutta l’organizzazione di questa riunione. Abbiamo anche constatato grande sapienza nella scelta di un luogo dove potevamo pernottare tutti noi.
Abbiamo apprezzato il gentile gesto del F.llo Miccolis che si è offerto di farci pernottare.
Purtroppo la distanza avrebbe procurato non poche difficoltà nei programmi così stupendamente guidati dallo Spirito Santo, per cui abbiamo dovuto non accettare il suo invito.
L’affetto dimostrato dalla NLCC, è fuori ogni discussione! La solidarietà di tutti, il grande ed umile servizio dei tanti che hanno servito i pasti così calorosamente, l’armonia del gruppo che precedeva il coro “OSANNA” con i suoi canti di lode – un’ottima introduzione – la guida per lo Spirito Santo che Dio ha profuso, ha esaltato tanti dei nostri giovani!
Alcuni di loro in particolare hanno goduto del ministero del F.llo Elio, in un’esperienza conoscitiva dei programmi annuali della Chiesa e di tutta l’organizzazione di quanto affidatogli.
L'altruismo dimostrato dal F.llo Elio, cedendo il coro l’ultimo giorno alla Chiesa curata dal F.llo Di Staulo, nella quale, il nostro Gesù ha guidato ogni cosa abbondando della Sua Divina Presenza, è stato lodevole!
Anche il calore di quanti ci hanno accolto nei culti alle missioni, in cui personalmente sono stato impegnato con mia moglie, è stato grande! La presenza del Signore è stata con noi sia nel servizio di sabato, presieduto dal F.llo Mario Spiridigliozzi, che in quello della domenica mattina nella missione curata dal F.llo John Chininea, dove sono stato per la prima volta tradotto magnificamente dallo stesso.
Non sono mancate le sorprese… infatti in quest’ultimo culto i coniugi Remoli, avendo saputo della nostra visita, sono venuti con nostro grande piacere! Pensare che la sorella Remoli in agosto compie 99 anni… una mente lucida, certamente frutto di un cuore dedito tutto a Cristo, un bell’esempio per me più giovane  (74 anni)... Molto buono è stato anche l’incontro ad Hamilton col F.llo Minniti anche se l’evento è andato meno bene causa la mia difficoltà col traduttore F.llo Samuele a cui ho chiesto personalmente scusa.
Grazie a Dio anche per la temerarietà del F.llo Elio, nell’invitarci, e nel rinnovare l’invito anche dopo l’impossibilità delle chiese in Montreal. Queste ultime hanno dovuto rinunciare alla nostra visita, per effettivi motivi logistici ed anche a causa delle difficoltà di partecipazione dei fedeli in agosto...
Ora aspettiamo il F.llo Elio e la sua consorte con un gruppo della chiesa come da loro promesso. Dimostreranno così,  anche verso noi, buon altruismo come fatto con il F.llo Di Staulo. Tutti sono scolpiti nei nostri cuori!
Io e mia moglie siamo molto grati al Signore Nostro Gesù Cristo che ci ha permessi di fare questa gloriosa esperienza di fede in Lui!
Questo viaggio, inoltre, per me è stato come un “tuffo” nel passato. Ricordo infatti l’esperienza fatta nel luglio del 1975, quando con altri sei fratelli visitai la terra americana e dove il Signore parlò al mio cuore riguardo alla visione di una  chiesa più grande. Un obiettivo che ha fatto ultimamente realizzare.
In quella occasione, essendo invitati come “uomini di affari per il pieno Evangelo”, anche se di corsa, incontrai per la prima volta i F.lli Ippolito, Madonia, Remoli.
Lì, in particolare, in una delle sette riunioni a cui partecipai, alla presenza di oltre venticinquemila persone riunite per lodare il Signore, la presidenza invitò ad osannare con un applauso, la presenza di Cristo.
Ne fui grandemente contrariato, ma non potei fare a meno di constatare la semplicità del gesto… Poi all’ascolto della Parola, tradotta dalla sorella Anna Arcangeli, il Signore s’indirizzava a me, richiamandomi a non giudicare dalle apparenze o dalle forme, ma dalla sincerità delle espressioni. In seguito pensai agli Osanna dati a Cristo nel tempio, e all’invito del Salmista nel salmo 47 v. 1 che dice: “Battete le mani, o popoli tutti; acclamate Dio con grida di gioia”… battere le mani, a chi, se non a Cristo? In quella riunione il Signore mi fece assistere, anche, ad una serie di miracoli istantanei nel Suo Nome.
Quel viaggio mi permise di visitare anche altre Chiese, fra cui quella allora curata dal F.llo Tommaso Grazioso. Fui impressionato dall’ordine ecclesiale e della guida sana della Comunità al punto che non potei fare a meno di annotare quelle esperienze nel registro della mia vita… esperienze che mi segnarono, facendomi del bene per il ministero affidatomi da Gesù Cristo. 
Questo viaggio non è stato da meno e credo, che tutti i componenti del coro “OSANNA”, che hanno partecipato per onorare il Signore, si siano “accaparrati” buone esperienze in Cristo, ed abbiano, nella sincerità di cuore, ricevuto da Dio quella certezza di azioni che onoreranno il Signore quando si rimane sotto la Sua unzione e guida. Sicuramente il Signore stesso aiuterà quanti hanno partecipato ad abbandonare ogni superficialità e fare attenzione a non turbare il buon andamento dell’Opera del Signore ove si trovano, lasciando a ciascuno le proprie costumanze, evitando di essere portatori di “NOVITÀ” che creano solo dissapori e contrasti fra i redenti.  
Bisogna vivere una vita non per “SE STESSI”, ma darsi per l’Opera del Signore, come Cristo si è  dato per noi, senza assumere nessuno spirito ribelle, ma sottomettendoci l’uno all’altro per il buon conseguimento della benedizione di Dio in mezzo a noi, RESTANDO DEI SOBRI E VERITIERI CRISTIANI!

Stefano e Vittoria D’Alessandro

Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina