ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


sabato 13 novembre 2010

"Affronta i tuoi giganti"



“Leggilo, è un libro molto bello” – mi dice Mimmo (Modugno) – il titolo è “Affronta i tuoi giganti”.
Penso tra me e me: Deve essere la storia scritta del film “Affronta i giganti” che ho visto e che parla di una storia di ragazzi che giocano il football.

Invece no!
È uno dei libri più belli che io abbia mai letto.
Se sei uno perfetto! Allora lascia perdere.
Se sei uno che cade con la stessa frequenza con cui ti alzi in piedi, che inciampi tanto quanto vinci, che viaggi su montagne russe, che alterni tuffi ad angelo a rovinose spanciate, che preghi Dio perché ti guidi a non guardare dove non si può perché la tentazione di farlo ti prende, che almeno una volta nella vita hai frequentato ambienti che non dovevi, che onestamente devi dire che ce la metti tutta ma non sei sicuro di riuscire a condurre tutta la tua famiglia “nel porto”, che capita che ti infuri, me che dopo ti penti e piangi, magari davanti agli altri…
…ma sei affamato di Dio e del suo Amore, allora corri a comprarlo.
Se tutto va bene e se realizzi veramente ciò che troverai scritto allora potrai definirti “l’uomo secondo il cuore di Dio”. Come Davide.
Ah! Quasi mi sfuggiva un particolare molto importante: conoscerai uno dei più grandi scrittori di cui io abbia mai letto.

Max Lucado.

La bravura con cui riesce a parlare di Dio restando “con i piedi per terra” è coinvolgente. Riuscire a farti leggere di un Dio non scollegandolo mai dai tuoi problemi quotidiani è un dono che appartiene a pochi eletti e Max (perché così lo chiamerò in cielo) ci riesce alla grande.

Dio lo ha benedetto e benedirà anche te se lo leggerai!
“Affronta i tuoi giganti”

Lucio D’Alessandro

1 commento:

  1. L'ho appena ordinato!

    Qui trovate il primo capitolo: http://www.clcitaly.com/live/capitolo/?query=008916

    Non vedo l'ora che arrivi!

    RispondiElimina

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina