ChristianLifeStyle a 360°

FACEBOOK     YOUTUBE     PHOTOBUCKET     WORSHIP     CONTACT


martedì 1 giugno 2010

SUD AFRICA 2010: NICOLA LEGROTTAGLIE ESCLUSO DALLA LISTA DEI TOP 30 STILATA DA MARCELLO LIPPI. “ACCUSO IL COLPO, MA HO FEDE IN DIO”.




Nella lista dei 30 azzurri convocati da Marcello Lippi per il mondiale sudafricano non ha, generalmente, presentato particolari sorprese. Mancano i nomi di celebri giocatori come Francesco Totti e Alessandro Del Piero, ma la loro esclusione era comunque ampiamente preventivata. Ma l’assenza di un nome che si è fatta particolarmente notare, è quello di Nicola Legrottaglie, il difensore juventino ha fatto parte del gruppo che ha disputato le qualificazioni con continuità e partecipato al recente stage organizzato alla Borghesiana.

La sua presenza in Africa sembrava scontata, ma purtroppo non è stato così. Gli stessi tifosi juventini un po’ si saranno stupiti nel vedere regolarmente al suo posto Fabio Grosso, di certo non protagonista di una stagione da ricordare, quando invece il difensore pugliese è stato messo fuori. Legrottaglie anche quest’anno non ha demeritato facendosi preferire anche a Fabio Cannavaro: anch’egli non protagonista positivo di questa travagliata stagione per i bianco neri.

Per Legrottaglie è stato un brutto colpo e il difensore non ne ha fatto mistero. Contattato dall’Ansa, che ha provato a registrare le sue sensazioni, non ha nascosto la sua delusione, ma ancora una volta ha fatto ricorso alla sua grande fede in Dio, raccontando di aver anche sentito telefonicamente il Lippi:

“Mi ha chiamato, e io l’ho ringraziato per questi due anni. Mi ha spiegato, io ho replicato che non mi deve neanche dare motivazioni. Io sono certo che l’abbia fatto in buona fede, non è mia abitudine pensare diversamente. In questi minuti mi stanno chiamando amici, la botta c’è. Ma la prendo come un’occasione di crescita personale: è in questi momenti che si misura l’autenticità della fede, e io ringrazio Dio. E provo a crescere come uomo, dopo questa delusione”.

A 34 anni questa per lui era forse l’ultima occasione per partecipare ad un mondiale, forse l’avrebbe anche meritato per quanto ha fatto vedere in questi ultimi anni e per come è riuscito, con l’aiuto di Dio, a risollevare una carriera che sembrava ormai destinata a terminare girovagando per i campi di provincia. La sua fede in Gesù, la sua tenacia ed il suo impegno lo hanno riportato in alto, consentendogli di riconquistare un posto importante nella Juventus. Evidentemente a Lippi non è bastato, Nicola il mondiale lo dovrà guardare dalla televisione.



Nessun commento:

Posta un commento

Locations of visitors to this page
Pagine visitate:  



Torna in cima alla pagina